Marzo 26, 2024

Quando introdurre i vitelli all’alimentazione automatica

Consigli pratici per un passaggio sicuro e sereno

Mamma mia, che dilemma! Da un lato, la tradizione consiglia di tenere i vitelli al calduccio e separati per almeno due settimane, per scongiurare malattie e favorire uno sviluppo sano. Dall’altro, l’alimentazione automatizzata promette un futuro di controllo e libertà, con i vitelli che hanno l’autonomia di bere il latte quando ne sentono il bisogno e tu che hai più tempo per gli altri lavori in azienda pur tenendo sempre sott’occhio la vitellaia e capendo se qualche vitello ha bisogno di più attenzione.

Cosa fare? Niente paura, la risposta è… dipende!

Ma non temere, perché in questo articolo ti daremo alcuni consigli pratici per aiutarti a prendere la decisione migliore per i tuoi vitelli e per la tua azienda.

Prima di tutto, sfatiamo un mito: la stabulazione individuale non è necessariamente la scelta più salutare per i vitelli. Diversi studi dimostrano che i vitelli che vivono in gruppo dai primi giorni di vita sono più robusti, socievoli e crescono più velocemente.

Ma quando spostarli all’alimentazione automatica? Ecco alcuni segnali che ti indicano che è il momento giusto:

• I vitelli sono in salute e energici. Controlla il loro peso, l’aspetto del pelo e la vivacità. Se sono attivi e curiosi, sono pronti per il grande passo!
• Hai già somministrato il colostro. Il colostro è fondamentale per le loro difese immunitarie, quindi assicurati che lo assumano nelle prime ore di vita.
• Mostrano interesse per il cibo solido. Se li vedi leccare il pavimento o le pareti, è un segno che sono pronti a provare l’alimentazione automatica.

Ma non basta spostarli e basta! Per un passaggio sicuro e sereno, è importante:

• Avere un sistema di alimentazione in perfette condizioni. Puliscilo regolarmente e controlla che i poppatoi funzionino correttamente.
• Offrire un alimento di alta qualità. Se non somministri il latte fresco, scegli un latte in polvere specifico per vitelli svezzati, che fornisca loro tutti i nutrienti di cui hanno bisogno.
• Insegnare ai vitelli a usare l’alimentazione automatica. I primi giorni, accompagnali e aiutarli a succhiare la tettarella.
• Controllare regolarmente i vitelli. Assicurati che mangino e bevano a sufficienza e che siano in buone condizioni di salute.

Se segui questi consigli, il passaggio all’alimentazione automatica sarà un successo! I tuoi vitelli cresceranno sani e forti, e tu avrai più tempo per dedicarti ad altri aspetti della tua azienda.

E ricorda: se hai dubbi o incertezze, non esitare a chiedere consiglio al tuo veterinario o ad un allevatore esperto. E se vuoi sapere di più sulle nostre proposte per l’alimentazione automatica contattaci!

Fonte: https://calfblog.foerster-technik.com/when-is-the-best-time-to-introduce-calves-to-the-autofeeder/

Leave A Comment